Discussion:
Dimensione file outlook.ost
(troppo vecchio per rispondere)
Ivan Rigato
2008-03-19 08:45:03 UTC
Buongiorno a tutti,
volevo chiedere se il file di fuori rete outlook.ost ha gli stessi limiti di
dimensione del file .pst, se non sbaglio 2 GB.
Io utilizzo Outlook 2003 SP3 e account Exchange server 2003, in un notebook
ho la necessita' di lavorare come fuori rete, quindo con la sincronizzazione
delle cartelle.
Da qualche giorno apro Outlook e dopo qualche secondo in cui tutto sembra
funzionare correttamente, esce il messaggio "memoria insufficiente, chiudere
tutte le applicazioni e riprovare", ma da task manager non mi risulta avere
problemi di RAM mentre come HD ho 21 GB liberi, e comunque seguo il
consiglio di chiudere tutto ma non funziona lo stesso.
Ho controllato il file .ost e sono arrivato a 9,5 GB, forse troppo?

Grazie in anticipo
Roberto Restelli
2008-03-19 12:31:51 UTC
Ciao Ivan Rigato.
Post by Ivan Rigato
volevo chiedere se il file di fuori rete outlook.ost ha gli stessi
limiti di dimensione del file .pst, se non sbaglio 2 GB.
La risposta breve è: il file OST in Outlook non ha più il limite di 2GB, ma
tale risposta richiede un minimo di approfondimento.
In Outlook 2003 e nelle successive versioni (Outlook 2007) è disponibile un
nuovo formato di file (PST od OST) che supporta il formato Unicode e che
alza il limite fisico di 2GB. Attenzione però che non è possibile cambiare
formato ad un file esistente: bisogna crearne uno nuovo.
Entrambe le versioni di formato (Ansi e Unicode) sono disponibile in OL2003
e OL2007. Se il file OST/PST è stato creato nella nuova installazione
allora, visto che il default è il formato Unicode, è certo che il formato
sia quello nuovo senza limiti.
Se l'installazione è frutto di un upgrade da versione precedente di Outlook
allora è possibile che il formato di file sia quello vecchio (Ansi) con il
limite fisico di 2GB.

Ulteriore particolarità: il nuovo formato è utilizzabile solamente con
Exchange 2000 e versioni successive (2003, 2007), ma non con quelle più
vecchie (che non supportano mailbox Unicode).

Dovresti poter controllare quale formato viene utilizzato ora per l'OST
attraverso: "Strumenti-->Account di posta elettronica...-->Visualizza o
cambia gli account di posta elettronica esistenti-->[Account di
Exchange]-->Cambia...-->Altre impostazioni...-->Impostazioni avanzate..."
nella sezione "Modalità cassetta postale" che trovi nella parte inferiore
della finestra di dialogo. Comparirà una dicitura del tipo: "Outlook è
utilizzato in modalità Unicode [oppure NON UNICODE] con il server di
Microsoft Exchange" o qualcosa di simile.

Visto che il file OST è semplicemente una cache locale della mailbox il modo
migliore per passare dal vecchio formato (se questo fosse il tuo caso) al
nuovo è quello di far rigenerare la cartella della posta Fuori Rete
Post by Ivan Rigato
Ho controllato il file .ost e sono arrivato a 9,5 GB, forse troppo?
Beh, direi che la dimensione è notevole. Se sei già arrivato a tale
dimensione significa che NECESSARIAMENTE il formato è Unicode, ed è
teoricamente possibile arrivare a 4TB senza problemi.
Ricorda però che il file PST è una cache locale della mailbox su server,
questo implica che sul server la tua mailbox da sola occupa 9,5GB con tutti
i vantaggi e svantaggi del caso.
Il mio consiglio è di non arrivare a queste dimensioni perchè hanno un
grande decadimento delle prestazioni, sia per la ricerca che per la
ordinaria gestione (sia da parte di Outlook che da parte del server).
Il messaggi più vecchi o non utilizzati potrebbero essere spostati in un
file PST aggiuntivo, alleggerendo la mailbox principale. Ovviamente in
questi casi il file PST è più legato ad una postazione utente (per esempio
non potrai accedere al materiale nel file PST attraverso OWA) e rimane un
vantaggio da valutare.

Non escludo che una dimensione di questo tipo arrivi a provocare il
messaggio di errore che ricevi, non tanto per un limite applicativo quanto
per il fatto che alcune operazioni di gestione potrebbero andare in timeout
o avere latenze nell'operatività a basso livello.

Ciao
Roberto
--
Roberto Restelli
Microsoft MVP - Office Systems - Outlook
************************************************
La prima raccolta delle FAQ del newsgroup Microsoft di Outlook:
http://www.msoutlook.it
Ivan Rigato
2008-03-19 15:26:43 UTC
Ti ringrazio per la risposta molto esauriente, meglio di una guida di
outlook!
Molto gentile.
I 9,5 GB non sono "tutta farina del mio sacco", spiego meglio, da elenco
cartelle=>cartelle pubbliche=>Preferite ho aggiunto delle cartelle pubbliche
aziendali che mi servono quando sono fuori sede.
Questo perche' ho visto che da
Strumenti è Invia/Ricevi è Impostazioni di invio/ricezione è Definisci
Gruppi di Invio/Ricezione è Modifica

Posso aggiungere al file .ost anche le cartelle presenti in Preferite, per
cui credo che un buon 70% della dimensione del file arrivi da qui.

Ma su queste non posso fare pulizia come per la mia cassetta postale, e devo
assolutamente poterle consultare fuori sede.

Cancellare il file .ost e farlo ricreare da capo potrebbe essere una
soluzione?



Grazie
Post by Roberto Restelli
Ciao Ivan Rigato.
Post by Ivan Rigato
volevo chiedere se il file di fuori rete outlook.ost ha gli stessi
limiti di dimensione del file .pst, se non sbaglio 2 GB.
La risposta breve è: il file OST in Outlook non ha più il limite di 2GB,
ma tale risposta richiede un minimo di approfondimento.
In Outlook 2003 e nelle successive versioni (Outlook 2007) è disponibile
un nuovo formato di file (PST od OST) che supporta il formato Unicode e
che alza il limite fisico di 2GB. Attenzione però che non è possibile
cambiare formato ad un file esistente: bisogna crearne uno nuovo.
Entrambe le versioni di formato (Ansi e Unicode) sono disponibile in
OL2003 e OL2007. Se il file OST/PST è stato creato nella nuova
installazione allora, visto che il default è il formato Unicode, è certo
che il formato sia quello nuovo senza limiti.
Se l'installazione è frutto di un upgrade da versione precedente di
Outlook allora è possibile che il formato di file sia quello vecchio
(Ansi) con il limite fisico di 2GB.
Ulteriore particolarità: il nuovo formato è utilizzabile solamente con
Exchange 2000 e versioni successive (2003, 2007), ma non con quelle più
vecchie (che non supportano mailbox Unicode).
Dovresti poter controllare quale formato viene utilizzato ora per l'OST
attraverso: "Strumenti-->Account di posta elettronica...-->Visualizza o
cambia gli account di posta elettronica esistenti-->[Account di
Exchange]-->Cambia...-->Altre impostazioni...-->Impostazioni avanzate..."
nella sezione "Modalità cassetta postale" che trovi nella parte inferiore
della finestra di dialogo. Comparirà una dicitura del tipo: "Outlook è
utilizzato in modalità Unicode [oppure NON UNICODE] con il server di
Microsoft Exchange" o qualcosa di simile.
Visto che il file OST è semplicemente una cache locale della mailbox il
modo migliore per passare dal vecchio formato (se questo fosse il tuo
caso) al nuovo è quello di far rigenerare la cartella della posta Fuori
Rete
Post by Ivan Rigato
Ho controllato il file .ost e sono arrivato a 9,5 GB, forse troppo?
Beh, direi che la dimensione è notevole. Se sei già arrivato a tale
dimensione significa che NECESSARIAMENTE il formato è Unicode, ed è
teoricamente possibile arrivare a 4TB senza problemi.
Ricorda però che il file PST è una cache locale della mailbox su server,
questo implica che sul server la tua mailbox da sola occupa 9,5GB con
tutti i vantaggi e svantaggi del caso.
Il mio consiglio è di non arrivare a queste dimensioni perchè hanno un
grande decadimento delle prestazioni, sia per la ricerca che per la
ordinaria gestione (sia da parte di Outlook che da parte del server).
Il messaggi più vecchi o non utilizzati potrebbero essere spostati in un
file PST aggiuntivo, alleggerendo la mailbox principale. Ovviamente in
questi casi il file PST è più legato ad una postazione utente (per esempio
non potrai accedere al materiale nel file PST attraverso OWA) e rimane un
vantaggio da valutare.
Non escludo che una dimensione di questo tipo arrivi a provocare il
messaggio di errore che ricevi, non tanto per un limite applicativo quanto
per il fatto che alcune operazioni di gestione potrebbero andare in
timeout o avere latenze nell'operatività a basso livello.
Ciao
Roberto
--
Roberto Restelli
Microsoft MVP - Office Systems - Outlook
************************************************
http://www.msoutlook.it
Ivan Rigato
2008-03-21 16:05:44 UTC
Ho risolto!
Spero che la soluzione sia di aiuto ad altri a cui capita questo problema.
Non c'entra nulla la dimensione del file .ost, anche se sicuramente piu'
grande e' il file piu' rallenta l'operazione di sicronizzazione e quindi le
prestazioni del Pc.
Con Outlook chiuso, da pannello di controllo => posta elettronica ho rimosso
l'utente di Exchange; poi da registro di sistema ho cancellato la chiave
HKCU\software\microsoft\office\11.0\Outlook (e sottocartelle).
In pratica forzo Outlook in modo che al riavvio faccia l'inizializzazione
come fosse la prima apertura dopo l'installazione.
Facendo cosi' e' funzionato tutto, non so perche', ma pazienza.
Ciao buona Pasqua a tutti
Post by Ivan Rigato
Ti ringrazio per la risposta molto esauriente, meglio di una guida di
outlook!
Molto gentile.
I 9,5 GB non sono "tutta farina del mio sacco", spiego meglio, da elenco
cartelle=>cartelle pubbliche=>Preferite ho aggiunto delle cartelle
pubbliche aziendali che mi servono quando sono fuori sede.
Questo perche' ho visto che da
Strumenti è Invia/Ricevi è Impostazioni di invio/ricezione è Definisci
Gruppi di Invio/Ricezione è Modifica
Posso aggiungere al file .ost anche le cartelle presenti in Preferite, per
cui credo che un buon 70% della dimensione del file arrivi da qui.
Ma su queste non posso fare pulizia come per la mia cassetta postale, e
devo assolutamente poterle consultare fuori sede.
Cancellare il file .ost e farlo ricreare da capo potrebbe essere una
soluzione?
Grazie
Post by Roberto Restelli
Ciao Ivan Rigato.
Post by Ivan Rigato
volevo chiedere se il file di fuori rete outlook.ost ha gli stessi
limiti di dimensione del file .pst, se non sbaglio 2 GB.
La risposta breve è: il file OST in Outlook non ha più il limite di 2GB,
ma tale risposta richiede un minimo di approfondimento.
In Outlook 2003 e nelle successive versioni (Outlook 2007) è disponibile
un nuovo formato di file (PST od OST) che supporta il formato Unicode e
che alza il limite fisico di 2GB. Attenzione però che non è possibile
cambiare formato ad un file esistente: bisogna crearne uno nuovo.
Entrambe le versioni di formato (Ansi e Unicode) sono disponibile in
OL2003 e OL2007. Se il file OST/PST è stato creato nella nuova
installazione allora, visto che il default è il formato Unicode, è certo
che il formato sia quello nuovo senza limiti.
Se l'installazione è frutto di un upgrade da versione precedente di
Outlook allora è possibile che il formato di file sia quello vecchio
(Ansi) con il limite fisico di 2GB.
Ulteriore particolarità: il nuovo formato è utilizzabile solamente con
Exchange 2000 e versioni successive (2003, 2007), ma non con quelle più
vecchie (che non supportano mailbox Unicode).
Dovresti poter controllare quale formato viene utilizzato ora per l'OST
attraverso: "Strumenti-->Account di posta elettronica...-->Visualizza o
cambia gli account di posta elettronica esistenti-->[Account di
Exchange]-->Cambia...-->Altre impostazioni...-->Impostazioni avanzate..."
nella sezione "Modalità cassetta postale" che trovi nella parte inferiore
della finestra di dialogo. Comparirà una dicitura del tipo: "Outlook è
utilizzato in modalità Unicode [oppure NON UNICODE] con il server di
Microsoft Exchange" o qualcosa di simile.
Visto che il file OST è semplicemente una cache locale della mailbox il
modo migliore per passare dal vecchio formato (se questo fosse il tuo
caso) al nuovo è quello di far rigenerare la cartella della posta Fuori
Rete
Post by Ivan Rigato
Ho controllato il file .ost e sono arrivato a 9,5 GB, forse troppo?
Beh, direi che la dimensione è notevole. Se sei già arrivato a tale
dimensione significa che NECESSARIAMENTE il formato è Unicode, ed è
teoricamente possibile arrivare a 4TB senza problemi.
Ricorda però che il file PST è una cache locale della mailbox su server,
questo implica che sul server la tua mailbox da sola occupa 9,5GB con
tutti i vantaggi e svantaggi del caso.
Il mio consiglio è di non arrivare a queste dimensioni perchè hanno un
grande decadimento delle prestazioni, sia per la ricerca che per la
ordinaria gestione (sia da parte di Outlook che da parte del server).
Il messaggi più vecchi o non utilizzati potrebbero essere spostati in un
file PST aggiuntivo, alleggerendo la mailbox principale. Ovviamente in
questi casi il file PST è più legato ad una postazione utente (per
esempio non potrai accedere al materiale nel file PST attraverso OWA) e
rimane un vantaggio da valutare.
Non escludo che una dimensione di questo tipo arrivi a provocare il
messaggio di errore che ricevi, non tanto per un limite applicativo
quanto per il fatto che alcune operazioni di gestione potrebbero andare
in timeout o avere latenze nell'operatività a basso livello.
Ciao
Roberto
--
Roberto Restelli
Microsoft MVP - Office Systems - Outlook
************************************************
http://www.msoutlook.it